Pensioni: come investire i risparmi di Quota 100?

Riforma pensioni: Opzione donna, Quota 100 ed esodati, le ultime novità

Il Presidente dell’Inps Pasquale Tridico ha confermato in un’intervista al Corriere che per Quota 100 è stato inoltrato un numero di domande inferiore alle aspettative e che nel 2019 verrà conseguito un risparmio di oltre un miliardo sui 4 stanziati. Permanendo lo stesso tasso di adesione, nel 2020 l’Inps stima “non meno di 2 miliardi di risparmi su circa 8 di spesa prevista”.

Tridico ritiene che il numero di adesioni per Quota 100 sia inferiore a quanto stimato perchè “quando le previsioni attengono al campo delle preferenze sociali, è molto difficile fare una stima”. “Inoltre, per ovvi motivi, la Ragioneria usa delle ipotesi precauzionali”, ha aggiunto il presidente dell’Inps.

I risparmi delle pensioni Quota 100

Cosa bisogna fare dei risparmi delle pensioni Quota 100? Per Tridico la decisione compete alla politica. “Mi aspetterei una riallocazione nel settore pensionistico”, ha dichiarato il presidente dell’Ente previdenziale. La “riallocazione nel settore pensionistico” delle  risorse non utilizzate per Quota 100 proposta da Orietta Armiliato, amministratrice del Comitato Opzione Donna Social è quella del finanziamento di Quota 100 rosa, una misura per le pensioni anticipate con 62 anni d’età e 36 anni di contributi per le donne, in virtù dei lavori di cura. Per Armiliato si tratterebbe di un investimento zero “a fronte di un successo certo”.

“Il problema delle donne é prioritariamente quello di NON riuscire a raggiungere una soglia di contribuzione oltre i 35 anni, a causa delle carriere discontinue dovute proprio al fatto di dover assumere il ruolo di dispensatrici di welfare gratuito, assegnato sia per (sotto)cultura, sia per convenzione, sia per comodo”, ha osservato l’amministratrice del CODS.

“Se chiunque, a partire da Inps, sostiene che le risorse stanziate per Quota100 sono sovrastimate, quali risorse aggiuntive bisognerebbe allocare per #QuotaCentoRosa? Quesiti che rimangono senza riposta poiché manca la volontà politica? Così come manca per estendere la misura dell’ Opzione Donna al 2023? Bene, certificheremo un’altra manovra, l’ennesima, che rileva la totale assenza di attenzione verso le Donne, tant’è, e non a caso, che alle ultime elezioni europee 13 MILIONI di donne non hanno esercitato il proprio diritto di voto”, ha sottolineato Armiliato.

Stojan: “I fondi siano utilizzati per sanare l’ingiustizia degli esodati”

A proposito dei risparmi di Quota 100, Gabriella Stojan, coordinatrice del Comitato 6.000 Esodati Esclusi ha chiarito:”I 6.000 Esodati si aspettano che i fondi inutilizzati di cui parla il Presidente Tridico siano PRIORITARIAMENTE utilizzati per sanare l’INGIUSTIZIA PREGRESSA degli #Esodati tuttora esclusi da qualunque Salvaguardia per i quali sarebbe sufficiente una quota veramente esigua di risorse previdenziali da allocare nell’attuale Legge di Bilancio 2020″.

Per Stojan, trattandosi, tra l’altro, di un’esigua platea residuale, è inaccettabile che venga “ancora e sistematicamente messa da parte e dimenticata dai Governi che si sono succeduti negli ultimi anni, che hanno trattato gli ultimi #Esodati non come persone in carne ed ossa vittime di un dramma, di cui lo Stato italiano si dovrebbe vergognare, ma come numeri di poca importanza che non meritano attenzione”.

“Anche considerato che il Fondo istituito per legge solo per le Salvaguardie degli Esodati è stato nel tempo pesantemente saccheggiato per altri scopi e l’ultimo saldo residuo di più di 700 Milioni dirottato definitivamente al FOSF pur se il legislatore all’epoca era ben consapevole che esistessero ancora degli Esodati residui non ancora tutelati! E’ veramente proprio il MINIMO anche dal punto di vista morale destinare i fondi disponibili a questi CITTADINI traditi 2 VOLTE dallo Stato!”, ha puntualizzato la coordinatrice del Comitato 6.000 Esodati Esclusi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top