Pensioni anticipate: ultime novità sulla proroga di Opzione donna al 2019

Pensioni anticipate: escluse da Opzione donna le nate nel 1961

Qualche giorno fa il sottosegretario al Ministero del Lavoro, Claudio Durigon aveva annunciato via social la presentazione di una proposta di legge della Lega volta ad incentivare l’occupazione femminile con “agevolazioni Inps per chi assume donne di qualsiasi età, diritto al part-time per le donne con sconti previdenziali, agevolazioni fiscali per le imprese che allestiscono asili nido aziendali, Opzione donna prorogata anche per l’anno 2020″.

In attesa di poter leggere il documento, alcun i dettagli sulla proposta di legge, di cui è primo firmatario, sono stati forniti dall’On. Elena Murelli, membro della Commissione lavoro alla Camera, la quale ha commentato su piacenzasera: “Questa è la risposta della Lega al Primo Maggio e alle critiche al Governo. Una serie di interventi tutti tesi a migliorare la crescita e la qualità dell’occupazione: dalle norme di semplificazione della gestione dei rapporti di lavoro e del recupero crediti a quelle volte a incentivare l’occupazione femminile e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, fino a disposizioni per contrastare le cosiddette false cooperative o cooperative spurie“

Proroga di Opzione donna al 2019

Murelli, interpellata da Paola Viscovich, amministratrice del gruppo Opzione donna: Le Escluse, ha fornito nuove informazioni sulla proroga delle pensioni anticipate con Opzione donna al 2019, che include anche le lavoratrici nate nel ’61. Viscovich ha informato le iscritte delle novità emerse dalla conversazione avuta con il deputato legista: “Care amiche, l’ultimo aggiornamento che ho il piacere di darvi, riguarda la conferma ricevuta personalmente dall’On.Elena Murelli, prima firmataria del disegno di legge che contempla, fra altri provvedimenti, anche il prosieguo di Opzione Donna. L’onorevole mi ha comunicato che il predetto ddl, è già stato annunciato in Aula e sarà protocollato nei prossimi giorni, e sempre nei prossimi giorni sarà consultabile sul sito della Camera e nel profilo dell’ onorevole Murelli”.

Confermati i requisiti

“Se ne prevede la calendarizzazione a giugno e la definizione entro l’estate. I requisiti vengono confermati: 58/59 anni di età e 35 anni di contributi da maturare entro il 31/12/2019, con il pensionamento nel 2020. Come potete notare, sembra proprio che alle parole stiano seguendo i fatti e mi sento di ringraziare personalmente e di cuore l’on. Murelli, e naturalmente anche il Sottosegretario Claudio Durigon, nonché il Dott. Raffaele Fontana per la cooperazione fattiva alla realizzazione delle nostre istanze. Credo non sia difficile che il voto alla camera sarà favorevole visto che non solo i due gruppi di maggioranza ma anche l’opposizione ha sempre appoggiato la nostra proroga”, ha dichiarato Viscovich.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top