Esami di Maturità 2019: mercoledì 19 giugno prima prova scritta. Tracce ed indicazioni utili!

Esami di Maturità 2019: mercoledì 19 giugno 2019 la prima prova scritta. Tracce ed indicazioni utili!

Al via domani mercoledì 19 giugno 2019 gli esami di Maturità 2019. Quest’anno la percentuale degli ammessi è aumentata rispetto allo scorso anno. In base ai dati diffusi dal Miur, ne emerge che degli oltre 520mila aspiranti al diploma, tra interni e privatisti, è stato ammesso il 96,3%. Si tratta di una percentuale in aumento in aumento rispetto allo scorso anno. Secondo “La Repubblica”, il motivo andrebbe ricercato nell’entrata in vigore della norma che consente, a partire da quest’anno, di essere ammessi agli esami anche con una insufficienza.

Esami di Maturità 2019: la prima prova di mercoledì 19 maggio 2019. Impazza il toto-tracce

Al via quindi, domani mercoledì 19 giugno 2019 gli esami per i maturandi che dovranno dimostrare di “padroneggiare il patrimonio lessicale ed espressivo della lingua italiana secondo le esigenze comunicative nei vari contesti” e, per la parte letteraria, di aver raggiunto un’adeguata competenza sull'”evoluzione della civiltà artistica e letteraria italiana dall’Unità ad oggi”. La prova avrà una durata di sei ore, e l’inizio è fissato per le 8:30. Intanto, in rete impazza il toto-tracce.

Secondo il sito Studenti.it ed in base ad alcuni indizi, che avrebbe svelato il ministro della Pubblica Istruzione Bussetti in modo molto velato in un discorso a pochi giorni dalla prima prova, oggetto della prima prova potrebbe essere un elaborato su Greta Thunberg e l’inquinamento ambientale perché è molto vicino agli studenti. Oggetto della prima prova maturità 2019 potrebbe essere un anniversario di un evento internazionale che decretò la fine della Guerra Fredda: la caduta del Muro di Berlino, di cui quest’anno si celebrano i 30 anni. Oggetto delle tracce della prima prova potrebbe essere anche la figura di Martin Luther King, a 90 anni dalla morte. Altro anniversario importante è il trentennale della nascita World Wide Web nel 1989, quando Tim Berners Lee presentò un progetto per la condivisione di file in formato elettronico tra i ricercatori del CERN. Fra gli autori da analizzare, i nomi più probabili secondo le varie statistiche che circolano in rete sarebbero Gabriele D’Annunzio, Alessandro Manzoni, Giosuè Carducci, Giuseppe Ungaretti e Giacomo Leopardi.

I maturandi dovranno produrre un elaborato scegliendo tra sette tracce riferite a tre tipologie di prove (tipologia A, due tracce – analisi del testo; tipologia B, tre tracce – analisi e produzione di un testo argomentativo; tipologia C, due tracce – riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità) in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.

Esami di maturità 2019: la seconda prova scritta di giovedì 20 maggio 2019.

La seconda prova scritta potrà avere ad oggetto una o più discipline caratterizzanti gli indirizzi di studio. Per il Liceo classico, ad esempio, la prova sarà articolata in due parti: ci sarà una versione, un testo in prosa corredato da informazioni sintetiche sull’opera, preceduta e seguita da parti tradotte per consentire la contestualizzazione della parte estrapolata; seguiranno tre quesiti relativi alla comprensione e interpretazione del brano e alla sua collocazione storico-culturale.

Esami di maturità 2019: la prova orale.

Poi ci sarà la prova orale. La commissione proporrà ai candidati di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti e problemi per verificare l’acquisizione dei contenuti delle singole discipline, di fare dei collegamenti per per argomentare in maniera critica e personale, anche con l’ausilio della lingua straniera. Il candidato esporrà anche una relazione o un elaborato multimediale in cui illustrerà le esperienze di Alternanza Scuola-Lavoro svolte. Il colloquio verterà ad accertare anche le conoscenze e le competenze maturate nell’ambito delle attività di ‘Cittadinanza e Costituzione‘.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top