Whatsapp, l’aggiornamento vocale dello stato. Tutte le novità in arrivo

whatsapp-nuove-funzionalita-min

In Whatsapp sta arrivando un nuovo sensazionale aggiornamento: i messaggi vocali saranno utilizzabili anche negli aggiornamenti di stato, le classiche “storie”. Le funzionalità di messaggio vocale sono quelle che principalmente nel corso degli anni hanno reso Whatsapp rinomato e utilizzato. È probabilmente per questo che gli sviluppatori hanno lavorato per ampliarne ancor più l’utilizzo.

Una funzione simile alle stories di Instagram.

Come rivela il sito Trend-online.com, i messaggi vocali si potranno registrare anche come “aggiornamento di stato”, in altri termini nelle “stories” di Whatsapp. Ricordiamo che Whatsapp è un’app acquisita da Mark Zuckerberg, per cui non c’è da stupirsi nel momento in cui vi è stata implementata una funzione molto simile alle stories di Instagram. Qui ha un nome diverso, “Aggiornamento allo stato”, ma in ultima analisi sono delle stories applicate alla chat. Gli aggiornamenti di stato permangono, come di consueto, per ventiquattro ore prima di sparire. Al loro interno si possono caricare immagini, foto o video salvati o registrati in precedenza nel telefono, o anche scattarne o registrarne al momento con la fotocamera. In alternativa si può inserire solo del testo su sfondo colorato.

Situazione in evoluzione!

In tanti usano già oggi questo sistema per comunicare sullo stile “story” anche alla propria rubrica, ma la situazione sta per evolversi ancora. In effetti è un naturale seguito delle tantissime novità arrivate negli ultimi tempi, come la chat con se stessi o le funzioni per i sottogruppi. Il team di Wabetainfo, che analizza sempre le nuove versioni, ha scoperto che nell’ultimissima Beta c’è un pulsante in più proprio nella schermata per caricare l’aggiornamento di stato. Precisamente, si tratta di un pulsante di registrazione vocale, identico a quello presente nella chat. E funzionerà allo stesso modo: tenendolo premuto avremo la possibilità di registrare un messaggio vocale.

Caratteristiche dei messaggi vocali.

Ogni messaggio vocale potrà durare al massimo trenta secondi, e dovrebbe essere possibile impostare uno sfondo colorato personalizzabile, come background alla riproduzione audio. Dopo aver registrato il vocale e scelto lo sfondo, si potrà pubblicare una “story” che lo conterrà. Da questo momento in poi, per 24 ore i contatti autorizzati potranno aprire la storia e ascoltare il relativo messaggio vocale (la cui riproduzione partirà in automatico). Rimangono tutte le possibilità di privacy, in modo che l’autore dell’aggiornamento di stato possa decidere se il vocale sarà ascoltabile da tutti o soltanto da alcuni contatti preselezionati: tutto rimarrà “protetto” com’era prima. Oltre a ciò, i messaggi vocali negli aggiornamenti di stato saranno anch’essi criptati ad alto livello come se fossero in una chat, per la massima protezione.

A quando il rilascio definitivo?

Aprendo l’app non ci sono ancora i vocali nelle stories. Questa novità è stata inclusa solo in una Beta, cioè una versione sperimentale dell’app, riservata a pochi utenti che la testano e lasciano feedback. Non tutte le funzioni presenti nelle Beta vengono poi confermate e pubblicate. Tuttavia di solito aggiornamenti così importanti ricevono un rilascio definitivo. Inoltre la popolarità dei vocali fa sì che sia ancora più probabile vederli sui nostri smartphone. Comunque non è ancora possibile sapere quando arriverà: ogni funzione in Beta ha un tempo diverso e imprevedibile prima che sbarchi in modo definitivo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top