Roma-Cagliari 1-0: Fazio-gol al 94′ con Var, vittoria giallorossa al fotofinish!

Roma-Cagliari 1-0: Fazio-gol al 94' con Var, vittoria giallorossa al fotofinish!

I giallorossi vincono ma non convincono contro il Cagliari. Deludente la prestazione dei giocatori della Roma, contrariamente a quella dei sardi che giocano un’ottima gara difensiva ma vengono beffati dal difensore argentino nel finale. Cragno para un rigore a Perotti. Male la coppia Dzeko-Schick.

La difficile convivenza tra Dzeko e Schick in una partita deludente

La gara con il Cagliari non può far dormire sonni tranquilli al tecnico giallorosso Di Francesco. I sardi hanno messo a nudo alcune pecche dei giallorossi, che in questa occasione hanno goduto del favore della Dea Bendata, che ha voltato le spalle ai sardi proprio all’ultimo respiro. Quella contro il Cagliari è stata probabilmente la peggiore Roma della stagione. Con pochi spazi a disposizione, Nainggolan e compagni non hanno mai trovato i tempi di gioco e sbagliato parecchio in fase di appoggio. Ma il più grosso grattacapo da risolvere è la convivenza tra Dzeko e Schick: il bosniaco, lento e impacciato, ha il solo merito di essersi procurato il calcio di rigore e non è mai stato pericoloso, mentre il ceco è sembrato un pesce fuor d’acqua largo a destra e quando si accentrava calpestava i piedi al compagno. Il Cagliari, invece, può solo rammaricarsi per quell’ultima azione decisa in mischia da Fazio, quando il pareggio sembrava ormai conquistato.

Per la prima volta in stagione Di Francesco fa giocare insieme Dzeko e Schick dal 1′, con il ceco largo a destra e Perotti a sinistra a completare il tridente. L’intesa tra i due fuori dal campo è consolidata, ma in campo c’è ancora tanto lavoro da fare. L’ex Samp, infatti, non nasconde un certo disagio ad agire così largo sulla fascia e le cose vanno un po’ meglio quando riesce ad accentrarsi al fianco del bosniaco, che però è marcato molto bene da Andreolli. La fascia sinistra, da dove di solito arrivano le migliori chance, produce poco sull’asse Kolarov-Perotti: l’argentino prova qualche slalom dei suoi, ma non si accende mai. Manovra lenta e prevedibile quella dei giallorossi, quasi sempre con un tocco di troppo: il risultato è una scarsa qualità che impedisce di accelerare a dovere, anche grazie a un Cagliari davvero ben messo in campo che chiude gli spazi e prova a rendersi pericoloso in ripartenza.

Poche occasioni per i giallorossi contro il bunker sardo. Cragno para un rigore a Perotti.

Di Francesco non cambia nessuno nell’intervallo e alla prima azione i giallorossi possono sbloccare il risultato. Damato vede male un contatto Dzeko-Cragno in area, punendo il bosniaco con un giallo. Poi il Var sistema le cose, ma il portiere si fa perdonare parando il rigore di Perotti. Entrano uno dopo l’altro El Shaarawy, Strootman e Under, ma i rossoblù si difendono con ordine e con l’ingresso di Farias fanno venire qualche grattacapo a Manolas e compagni. E mentre sembrava un pareggio assicurato ecco che al 94′ Fazio trova la zampata vincente. Van der Wiel si abbassa troppo e tiene in gioco diversi giallorossi, Cragno esce di pugno, la palla rimbalza contro Fazio (e il suo braccio) che poi segna a porta vuota. Damato chiama il Var che conferma la regolarità del gol dell’argentino.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top