Papa Francesco Regina Coeli, Angelus di oggi domenica 14 aprile 2024

Scopriamo insieme le parole del Regina Coeli di Papa Francesco, di oggi domenica 14 aprile 2024, recitate in Piazza San Pietro al cospetto di migliaia di fedeli,

Papa Francesco Regina Coeli, Angelus di oggi domenica 14 aprile 2024

A Sua immagine dedica una puntata alla custodia della Terra, in vista della Giornata Mondiale della Terra, Earth Day. La Bianchetti intervisterà i suoi ospiti Fra Paolo Maria Braghini, missionario cappuccino da molti anni in Brasile, Sara Segantin, scrittrice e attivista per l’ambiente. Potito Ruggiero, giovanissimo attivista di Stornarella (Fg) di cui si racconterà la storia in studio a partire da una foto divenuta virale nel 2019 e dal suo incontro alle medie con il “Cantico delle creature”.

Il Regina Coeli di Papa Francesco di oggi.

La Messa oggi è stata trasmessa dall’Aula Magna dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in Milano. Alle 12.00 infine, come ogni domenica, il Regina Caeli recitato da Papa Francesco da Piazza San Pietro. Ci spiega il Pontefice che il Vangelo di oggi ci riporta alla cena di Pasqua. Gli apostoli sono riuniti nel cenacolo quando tornano da Emmaus i due discepoli, che raccontano dell’incontro con Gesù e della gioia di tale momento. Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona stette in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Egli disse loro: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore? Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io!».

Il Papa si sofferma sulla bellezza e l’importanza di condividere la fede in Gesù Risorto. Ogni giorno siamo bombardati da mille messaggi. Parecchi sono superficiali, e inutili, mentre altri nascono da pettegolezzi e malignità. Sono notizie che non servono a nulla e fanno solo male. Ci sono, però, anche tante notizie belle e costruttive, ed ognuno di noi sa quanto è importante sentirsi dire cose buone. Ed è bello condividere con gli altri le nostre esperienze.

Condividere le esperienze di incontro con Gesù.

Eppure di una cosa facciamo fatica a parlare, del nostro incontro con Gesù, i momenti unici in cui abbiamo percepito il Signore vivo e vicino, che accendeva nel cuore la gioia o asciugava le lacrime, che trasmetteva fiducia e consolazione. Fa assolutamente bene condividere queste esperienze importanti in famiglia e nelle comunità che frequentiamo. Se lo facciamo Gesù ci sorprenderà, come ha fatto con i discepoli, e renderà ancora più belli i nostri incontri. Cerchiamo allora per un momento di fare memoria di un incontro o un’esperienza unica della nostra vita vissuta con Gesù.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore