Papa Francesco, Angelus 23 luglio 2023. Fare pulizia nel nostro cuore con onestà!

Oggi Papa Francesco ha celebrato la Santa Messa dalla Basilica di San Pietro, cui è seguito alle 12 l'Angelus di oggi domenica 23 luglio 2023!

Papa Francesco, Regina Caeli di oggi 19 maggio 2024 giorno di Pentecoste

Oggi domenica 23 luglio 2023 Papa Francesco ha celebrato dalla Basilica di San Pietro la Santa Messa, a cui è seguito alle 12 l’Angelus. trasmesso nel programma A Sua Immagine, che nella puntata di oggi si è occupato della figura dei nonni, in occasione della Giornata a loro dedicata, e fortemente voluta da Papa Francesco.

La parabola del grano e della zizzania!

Durante l’Angelus odierno, il Pontefice ci ha spiegato il profondo significato del Vangelo di oggi, che ci offre la parabola del grano e della zizzania: “Un agricoltore che ha sparso del buon seme nel suo campo scopre che un nemico di notte vi ha seminato zizzania, una pianta molto simile nell’aspetto al grano ma una pianta infestante. In questo modo Gesù parla del nostro mondo che è come un grande campo, dove Dio semina grano ed il maligno semina zizzania, perciò crescono insieme bene e male. Lo vediamo dalle cronache, nella società ed anche in famiglia, e anche nella Chiesa. Quando insieme al buon grano scorgiamo erbe cattive ci viene voglia di strapparle via subito, di fare piazza pulita. Ma il Signore oggi ci avverte che è una tentazione fare questo”.

Fare pulizia con onestà nel nostro cuore!

Ed ancora ha sottolineato: “Non si può creare un modo perfetto, e non si può fare il bene distruggendo sbrigativamente ciò che non va, perchè questo sortisce effetti peggiori, si finisce come si dice per gettar via il bambino insieme all’acqua sporca. C’è un secondo campo in cui possiamo fare pulizia, ossia il campo del cuore, l’unico su cui possiamo intervenire direttamente. Anche lì ci sono grano e zizzania, anzi è proprio da lì che tutte e due si espandono nel gande campo del mondo. Il nostro cuore è il campo della libertà, non è un laboratorio asettico…per coltivarlo bisogna prendersi cura con costanza dei delicati germogli del bene, dall’altra individuare e sradicare le piante infestanti nel momento giusto”. Allora guardiamoci dentro ed esaminiamo bene cosa sta crescendo in noi, con un esame di coscienza, per verificare dove ci sono le erbe cattive ed il seme del bene”. Poi ha sottolineato il Papa che c’è il campo del vicino, ossia le persone che frequentiamo ogni giorno. Dobbiamo imparare a vedere negli altri la bellezza di quanto il Signore ha seminato.

Evitare la tentazione di fare di tutta un’erba un fascio!

In chiusura il Pontefice ha così rimarcato: “Fratelli e Sorelle, chiediamo la grazia di saperlo scorgere (il grano buono) in noi e negli altri…con uno sguardo credente, perchè Dio da buon agricoltore ama vedere il bene e farlo crescere fino a fare della mietitura una festa…allora possiamo chiederci: Io so vincere la tentazione di fare di tutta un’erba un fascio? Di fare piazza pulita degli altri con i miei giudizi? Sono onesto nel ricercare dentro il mio cuore le piante cattive?”.

La Santa Messa di Papa Francesco dalla Basilica di San Pietro!

Proprio per questa speciale ricorrenza Papa Francesco, oltre al consueto Angelus domenicale, ha celebrato alle 9.40 dalla Basilica di San Pietro la Santa Messa. Ospiti di Lorena Bianchetti nel programma A Sua immagine sono stati i nonni, ossia Lino Banfi, Bruno Pizzul, in collegamento dal Friuli, e il direttore dell’Ufficio Famiglia della CEI padre Marco Vianelli. Ospite lo scrittore Luigino Bruni, che ha parlato dei nonni della Bibbia, e nonna Imelda, che con l’aiuto dei suoi nipoti ha ottenuto il diploma di maturità a 92 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news