Papa Francesco Angelus di oggi 12 marzo 2023. I dieci anni di Pontificato

Oggi si celebrerà l’Angelus, come di consueto ogni domenica in Piazza San Pietro, trasmesso in diretta su Rai 1. Papa Francesco domani festeggerà i dieci anni di Pontificato! Sono trascorsi già così tanti anni dal 13 marzo del 2013, quando al quinto scrutinio il Cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, fu nominato […]

Papa Francesco, diretta dell'Angelus di oggi domenica 9 giugno

Oggi si celebrerà l’Angelus, come di consueto ogni domenica in Piazza San Pietro, trasmesso in diretta su Rai 1. Papa Francesco domani festeggerà i dieci anni di Pontificato! Sono trascorsi già così tanti anni dal 13 marzo del 2013, quando al quinto scrutinio il Cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio, arcivescovo di Buenos Aires, fu nominato Papa, scegliendo il nome di Francesco in onore di san Francesco d’Assisi. Si è trattato del primo sudamericano, e del primo gesuita, a salire al soglio pontificio.

I dieci anni di pontificato di Papa Francesco!

Dieci anni dopo quel giorno, oggi domenica 12 marzo alle 10.30 su Rai 1, “A Sua immagine” dedica una puntata speciale a questo pontificato, che ha già segnato indelebilmente la storia della Chiesa. Lorena Bianchetti cercherà di raccontare questi anni di pontificato, con l’aiuto in studio di Alessandro Gisotti, e collegandosi con Buenos Aires per ascoltare le parole della biografa di Papa Bergoglio, Francesca Ambrogetti racconterà il papa argentino. Bologna, Matteo Maria Zuppi, che ha potuto lavorare fianco a fianco col Pontefice, ne farà un ritratto più da vicino.

L’Angelus di oggi 12 marzo 2023 in Piazza San Pietro!

Tra i temi fondamentali, che hanno scandito il percorso del suo pontificato e richiamato sin dall’inizio l’attenzione del Pontefice ci sono Bambini, Ultimi, Ambiente, Sorriso, Accoglienza, Periferie del mondo, e Guerra. Dopo la celebrazione eucaristica, trasmessa dalla Cattedrale Santa Maria Assunta di Terni, alle 12 ci sarà l’appuntamento con l’Angelus recitato da Papa Francesco da Piazza San Pietro.

Il Vangelo della Samaritana nell’Angelus di oggi!

Recita così il Papa nell’Angelus odierno: “Questa domenica il Vangelo ci presenta uno degli incontri più belli e affascinanti di Gesù, quello con la samaritana Gesù e i discepoli fanno sosta vicino a un pozzo in Samaria. Arriva una donna e Gesù le dice: «Dammi da bere»…Queste parole non sono solo la richiesta di Gesù alla samaritana, ma un appello che ogni giorno si leva verso di noi e ci chiede di prenderci cura della sete altrui. Dammi da bere ci dicono quanti in famiglia, sul posto di lavoro, negli altri luoghi che frequentiamo – hanno sete di vicinanza, di attenzione, di ascolto; ce lo dice chi ha sete della Parola di Dio e ha bisogno di trovare nella Chiesa un’oasi dove abbeverarsi. Dammi da bere è l’appello della nostra società, dove la fretta, la corsa al consumo e soprattutto l’indifferenza, questa cultura dell’indifferenza generano aridità e vuoto interiore. E dammi da bere è il grido di tanti fratelli e sorelle a cui manca l’acqua per vivere, mentre si continua a inquinare e deturpare la nostra casa comune; e anch’essa, sfinita e riarsa”.

Ed aggiunge: “Davanti a queste sfide, il Vangelo di oggi offre ad ognuno di noi l’acqua viva che può farci diventare fonte di ristoro per gli altri…anche noi non penseremo più solo a placare la nostra sete, la nostra sete materiale, intellettuale o culturale, ma con la gioia di aver incontrato il Signore potremo dissetare altri: dare senso alla vita altrui, non come padroni, ma come servitori di questa Parola di Dio che ci ha assetato, che ci asseta continuamente; potremo capire la loro sete e condividere l’amore che Lui ha donato a noi. Mi viene di fare questa domanda, a me e a voi: siamo capaci di capire la sete degli altri? La sete della gente, la sete di tanti della mia famiglia, del mio quartiere? Oggi possiamo chiederci: io ho sete di Dio, mi rendo conto che ho bisogno del suo amore come dell’acqua per vivere? E poi, io che sono assetato, mi preoccupo della sete degli altri, la sete spirituale, la sete materiale?”.

Al termine dell’Angelus in piazza San Pietro, il Papa invita all’iniziativa delle “24 ore per il Signore” che si svolgerà venerdì 17 marzo e sabato 18 marzo 2023, che si celebra nelle diocesi di tutto il mondo alla vigilia della quarta domenica di Quaresima: tutte le chiese rimarranno aperte per un giorno intero, per offrire a fedeli l’occasione di sostare in adorazione e di confessarsi. “Un tempo dedicato alla preghiera di adorazione e al sacramento della riconciliazione”, dice infatti il Papa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news