La Meloni interviene sulle dichiarazioni di Giambruno sullo stupro di gruppo

Dopo circa una settimana dall'accaduto, la premier Meloni si è espressa in merito alle dichiarazioni rilasciate da Giambruno sullo stupro di gruppo a Palermo.

Meloni interviene sulle dichiarazioni di Giambruno sullo stupro di gruppo

Durante la conferenza stampa di ieri, in cui la premier Meloni ha delineato i punti cardine del decreto contro le baby gang, ha colto l’occasione per prendere le parti del compagno Andrea Giambruno giornalista del Tg4, finito al centro di molte polemiche per via di una frase pronunciata durante la sua trasmissione il Diario del Giorno. Si parlava dello stupro di gruppo di Palermo, ed in un discorso più ampio Giambruno aveva così commentato: “Se eviti di ubriacarti e di perdere i sensi, magari eviti anche di incorrere in determinate problematiche perché poi il lupo lo trovi“. Frase che la scorsa settimana aveva fatto molto discutere l’opinione pubblica.

Il pensiero di Giorgia Meloni sulle dichiarazioni di Giambruno!

A distanza di giorni, la premier ha espresso il suo pensiero sulle vere intenzioni di Giambruno, e di cosa volesse realmente intendere: “Giambruno ha detto in modo frettoloso e assertivo una cosa diversa rispetto all’interpretazione data dai più. Io non leggo in quelle parole ‘se giri i minigonna ti violentano’ ma una cosa più simile a quella che mi diceva mia madre: ‘occhi aperti e testa sulle spalle’, gli stupratori esistono e non bisogna abbassare la guardia”. Per Giorgia Meloni si tratta di un problema di forma nell’esprime un concetto diverso da quello interpretato dai più, ossia la colpevolizzazione della vittima. Secondo la premier il messaggio di Gianbruno “non è una giustificazione per stuprare la ragazze, ma per dire state attente occhi aperti. Questo ci vedo io“.

La Meloni chiede di non dover più intervenire nel pieno rispetto della libertà di stampa!

Una difesa a cui segue un botta e risposta con una giornalista, che insisteva sulla questione, durante la conferenza stampa: “Io voglio capire come sia il concetto di libertà di stampa perché per come la vedo io non devo essere chiamata in causa per le cose che dice un giornalista in tv, e lui non deve essere attaccato più di quanto sia normale perché mi vuole bene“.

Per il futuro la Meloni chiede ai giornalisti di non dover esprimere la propria opinione in merito alle dichiarazioni del compagno: “Vi prego per il futuro di non chiedermi commenti su quello che dice un giornalista in tv perché non sono io a dire ad un giornalista, che esercita la sua professione, quello che deve dire. Io credo nella libertà di stampa“. La Meloni chiede, quindi, di non dover più intervenire a commentare le dichiarazioni rese dai giornalisti nell’esercizio della propria professione, nel pieno rispetto della libertà di stampa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore