La madre di Matteo Renzi rinviata a giudizio. Udienza fissata il 19 giugno

La madre di Matteo Renzi rinviata a giudizio. Udienza fissata il 19 giugno

La madre del ex premier Matteo Renzi, Laura Bovoli, è stata rinviata a giudizio dal Tribunale di Cuneo. L’accusa per la Bovoli è di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società cuneese, la Direkta srl, fallita nel maggio 2014 e coinvolta in una vicenda di fatture false. L’amministratore della società, Mirko Provenzano, è stato condannato per reati fiscali, e si è avvalso del patteggiamento per la bancarotta. Laura Bovoli è accusata di concorso in bancarotta fraudolenta per i contatti con una società, la Direkta srl, fallita nel 2014.

Laura Bovoli rinviata a giudizio nell’udienza del 19 giugno 2019.

Il processo a cui dovrà essere sottoposta la madre di Matteo Renzi si aprirà il 19 giugno 2019, e la Bovoli per iol reato di bancarotta fraudolenta relativo al fallimento dell’azienda Direkta, società specializzata nella comunicazione pubblicitaria. L’inchiesta della Guardia di Finanza era partita da una serie di fatture false emesse dalla Eventi6, società di Rignano sull’Arno fra i cui amministratori figura la madre dell’ex premier Renzi, a favore della Direkta per il riordino dei conti.

Le prime dichiarazioni del legale Federico Bagattini.

Nelle prime dichiarazioni rilasciate da Federico Bagattini, legale dei genitori di Matteo Renzi quest’ultimo non appare preoccupata: “Tutto previsto. Il rinvio a giudizio era ampiamente previsto. Ci difenderemo in dibattimento“.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top