Guerra Russia-Ucraina, la Corea del Nord si schiera con Putin!

Incontro faccia a faccia fra Putin e Kim Jong-un nel cosmodromo di Vostochny, in Siberia. Il leader nordcoreano si è schierato con la Russia.

Corea Nord: Kim Jong Un accetta offerta di dialogo da parte di Seul, si terrà il 9 gennaio

Mentre nella notte Kiev lanciava un attacco con missili sulla città di Sebastopoli, in Crimea, il presidente russo Vladimir Putin ha ricevuto il dittatore della Corea del Nord Kim Jong-un. Nelle stesse ore Pyongyang ha lanciato due missili balistici verso il mar del Giappone. Il leader nordcoreano ha dichiarato che l’incontro conduce le relazioni tra i due paesi a “un nuovo livello”. Il vis à vis è andato avanti per un paio di ore.

Dopo l’incontro un pranzo ufficiale!

Quando l’incontro faccia a faccia tra il presidente russo Vladimir Putin e il leader nordcoreano Kim Jong Un è terminato, come ha riferito l’agenzia di stampa russa statale TASS, e secondo quanto ha riferito Interfax, i due leader hanno in seguito preso parte a un pranzo ufficiale. In sintesi, il premier nordcoreano ha promesso a Vladimir Putin il suo aiuto nella guerra contro l’Ucraina durante il loro incontro nel cosmodromo di Vostochny, in Siberia.

Per Kim Pyongyang e Mosca lottano insieme contro l’imperialismo!

Kim, secondo l’agenzia Interfax ha dichiarato: “La Russia si è sollevata per proteggere la propria sovranità e sicurezza. Abbiamo sempre sostenuto e continueremo a sostenere tutte le decisioni di Putin e quelle del governo russo. Spero che saremo sempre insieme nella lotta contro l’imperialismo e nella costruzione di uno Stato sovrano”. L’incontro tra Putin e Kim è stata la prima visita del leader nordcoreano in Russia in quattro anni. All’ordine del giorno ci sono state anche le consegne dalla Corea del Nord alla Russia. di armi e munizioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore