Governo Lega – M5S: verso la chiusura del contratto e rispunta ipotesi staffetta

Governo Lega - M5S: verso la chiusura del contratto e rispunta ipotesi staffetta

In mattinata, un nuovo incontro  tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini. Al termine del incontro serale, sembrerebbe prevalso l’ottimismo sulla chiusura del contratto di governo tra Lega e M5S. Il leader del M5S avrebbe accettato di assumere posizioni più dure ed euroscettiche sull’Unione europea e Matteo Salvini in cambio avrebbe concesso che, nell’ipotesi di staffetta di governo, il primo alla guida dell’esecutivo sarebbe un “politico” pentastellato.

Governo Lega – M5S: verso la chiusura del contratto.

Entrambi i leader, Matteo Salvini e Luigi Di Maio hanno dato appuntamento ai propri sostenitori per esprimersi sul contratto di governo. Infatti, la Lega nel fine settimana sarà in piazza con i gazebo, mentre il Movimento Cinque Stelle ha annunciato che sottoporrà con un voto online agli iscritti il contratto di governo con la Lega.

Nella serata di ieri, l’Huffington Post ha pubblicato in esclusiva una bozza del contratto di governo che sarebbe stata ricevuta nella mattina del 14 maggio. Nel documento si leggono alcune delle proposte dei due partiti, come il meccanismo per poter uscire dall’euro, alla revisione dell’Unione Europea, fino al taglio del debito pubblico detenuto dalla Bce, e infine il superamento della legge Fornero.

Ma la Lega e il M5S hanno replicato che  si tratta di una vecchia versione che è stata ampiamente modificata nel corso degli ultimi due incontri del tavolo tecnico. Il capogruppo del Pd alla Camera, Graziano Delrio, parlando della bozza del contratto, ha dichiarato in un’intervista che gli sembra orribile, in quanto hanno ragionato di condono di debito pubblico e uscita dall’euro. E aggiunto la cosa è molto preoccupante che abbiano messo giù quelle ipotesi. Una critica, del ministro uscente che porta ad augurarsi che il governo M5s-Lega non si realizzi.

Roberto Maroni, della Lega è stato intervistato dal Foglio, ha spiegato che Matteo Salvini dovrebbe tornare a votare e tessere la trama di un nuovo centrodestra a trazione leghista e che ritornare al voto è meglio di un patto con Di Maio.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top