Filippo Turetta, sabato 25 novembre 2023 arriverà in Italia. Le news!

Filippo Turetta è stato ritrovato sulla corsia di emergenza dell’autostrada A9 Berlino-Monaco, i vestiti sporchi di sangue. Ha confessato il delitto agli agenti.

Giulia Cecchettin e Filippo Turetta

Sulla corsia di emergenza dell’autostrada A9 Berlino-Monaco, con i vestiti sporchi di sangue, Filippo Turetta ha detto agli agenti tedeschi quattro parole in inglese: «I killed my girlfiend». Erano arrivati per un’auto a fari spenti, di notte, e invece e invece avevano trovato il killer ricercato in tutto il Nordest italiano, l’autore del femminicidio di Giulia Cecchettin, che a dire il vero da agosto non era più la sua ragazza.

Volevo farla finita, ma non ce l’ho fatta!

E invece proprio: «Ho ucciso la mia ragazza», è stata la confessione, inutile in sede processuale, del giovane assassino dopo una settimana di fuga, come si evince dal verbale dell’ispettorato di polizia di Halle e dele dichiarazioni fatte all’avvocato Emanuele Compagno: «Volevo schiantarmi con l’auto e mi sono puntato più volte il coltello alla gola, ma non sono riuscito a farla finita», ha detto il ventiduenne, per il quale il difensore d’ufficio forse chiederà una consulenza psichiatrica.

Le tracce della colluttazione!

Turetta presentava anche delle ferite sia sulle dita che sulle caviglie, probabili tracce della furiosa colluttazione con Giulia tra Vigonovo e Fossò. Nella Punto nera – sotto sequestro a Halle – è stato recuperato un coltello, che ora dovrà essere analizzato: bisognerà verificare se sia uno dei due usati per colpire la ragazza: l’altro era stato rinvenuto senza il manico sul luogo del delitto.

Il trasporto in un aereo militare!

È stato inoltre sequestrato il telefonino di Turetta, rimasto spento dalla sera dell’11 novembre, mentre quello di Giulia non è stato ritrovato. La data della consegna dell’assassino dalle autorità tedesche a quelle italiane è sabato 25 novembre 2023, proprio nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Il ventiduenne attualmente detenuto nel carcere del Sachsen-Anhalt tornerà a Venezia in un aereo militare, per motivi di ordine pubblico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore