Ecobonus auto, sono sbloccati gli incentivi. Al via con le richieste!

Ecobonus auto, sbloccati gli incentivi. Al via con le richieste!

Con la registrazione del decreto attuativo dalla Corte dei Conti è stato superato lo stallo per richiedere il bonus per le auto elettriche nuove. E a partire da domani lunedì 8 aprile 2019 i bonus potranno essere prenotati tramite un sito internet apposito. Vediamo insieme come funziona e come richiedere l’ecobonus 2019.

Come funziona e come richiedere l’ecobonus

L’ecobonus viene erogato sotto forma di contributo a chi acquista e immatricola in Italia un veicolo M1 nuovo di fabbrica (stessa categoria ‘penalizzata’ se prodotta all’estero), con un prezzo risultante dal listino della casa automobilistica produttrice inferiore a 45.000 euro iva esclusa e lo ‘sconto’ varierà tra 1.500 euro fino ai 6.000. Se si decide di rottamare l’auto vecchia (da euro 1 a euro 4), l’incentivo sale fino a 2.500 (dai 21 ai 70 g/km) o 6mila euro (da 0 a 20 g/km). Gli incentivi riguardano anche moto, motorini e pulmini di piccole dimensioni.

E previsto anche lo sgravio fiscale per l’acquisto delle colonnine di ricarica (sul 50% delle spese per l’installazione, fino a un massimo di 3.000 euro, in 10 anni). Per avere diritto all’ulteriore incentivo dovuto alla rottamazione, il veicolo da rottamare deve essere intestato a chi sta effettuando l’acquisto del nuovo, o di un suo familiare, o convivente da almeno un anno. Il venditore riconosce all’acquirente il contributo sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto.

Come viene spiegato nella nota riportata sul sito del Mise, i concessionari dalla prenotazione sulla piattaforma del bonus avranno fino a 15 giorni dalla data di consegna del veicolo nuovo, e gli operatori dovranno consegnare a demolitori autorizzati l’eventuale mezzo usato consegnato loro dal cliente nell’ambito dell’acquisto incentivato. E si avranno 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo Quando finiranno le risorse che sono monitorabili in tempo reale sulla piattaforma, l’erogazione dei bonus si fermerà per riprendere l’anno successivo, senza liste di attesa. La dotazione di fondi per il 2019 è fissata a 60 milioni di euro (che saliranno a 70 negli anni 2020 e 2021).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore

Scroll to Top