Decreto sicurezza, il governo disponibile incontro con Anci!

Fonti di palazzo Chigi ha reso noto la disponibilità del premier Conte ha incontro con Anci per segnalare difficoltà applicative decreto sicurezza.
Palermo, sindaco Orlando: stop al decreto sicurezza. Lo scontro con Salvini

Lo scontro tra i sindaci e il vicepremier e ministro dell’interno Matteo Salvini in merito al decreto sicurezza nella parte relativa ai migranti, sembra destinato a non placarsi. Dopo la netta presa di posizione da parte di Leoluca Orlando contro le misure del decreto Sicurezza, si è allargato il fronte dei sindaci pronti a non applicare la legge e a sostenere la ‘battaglia’ del primo cittadino di Palermo, intenzionato a sottoporre la legge “all’esame di una autorità giudiziaria e, attraverso questa, della Corte Costituzionale”. Nella giornata di ieri, si sono susseguiti vari botta e risposta, con Matteo Salvini che ha chiesto ai sindaci che non intendono applicare la legge di dimettersi.

Decreto sicurezza, Palazzo chigi disponibile a tavolo urgente con Anci! 

Fonti di palazzo Chigi ritengono “inaccettabile” la “violazione” della legge, ricordando che “il nostro ordinamento giuridico non attribuisce ai sindaci il potere di operare un sindacato di costituzionalità”. E “disapplicare una legge che non piace equivale a violarla, con tutte le conseguenti responsabilità”. In seguito a ciò è arrivata la disponibilità del Presidente del Consiglio di incontrare i primi cittadini, alla luce della richiesta avanzata dall’Anci di un tavolo “urgente”.

Se l’Anci desidera un incontro per segnalare eventuali difficoltà applicative collegate alla legge sull’immigrazione e sulla sicurezza, ben venga la richiesta di un incontro con il governo, al quale anche il presidente del Consiglio è disposto a partecipare insieme al ministro dell’Interno” aggiungono le fonti dell’esecutivo. Immediata la replica del presidente dell’Anci, Antonio Decaro: “Un incontro con il governo per discutere delle ricadute della legge Salvini sui territori che noi sindaci amministriamo è quello che chiedevamo dal principio. Siamo contenti che da Palazzo Chigi ci si pronunci a favore di questa soluzione”.

Antonio Decaro, inoltre, ha reso noto che il comitato direttivo di Anci sarà convocato il 10 gennaio per discutere del decreto migranti e sicurezza dopo la richiesta avanzata da alcuni primi cittadini ‘pro decreto’, che chiedono un “confronto immediato”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MyMagazine.news

Informazioni sull'autore